Lunedì 23 Ottobre 2017
Torna alla Home Page Stampa la pagina Contatta il Comune Accedi all'area riservata Accedi alle statistiche di accesso al sito Diminuisci dimensioni caratteri Dimensioni caratteri standard Aumenta dimensioni caratteri Alto contrasto   
Pubblicazioni Servizi di egovernment attivi Servizi di egovernment di futura attivazione Elenco Siti tematici Privacy Ufficio Relazioni con il Pubblico

Il Comune informa

Riportiamo di seguito l’ordinanza emessa dal Sindaco del Comune di Frassino, la quale, entro ben precisi limiti e condizioni, autorizza la combustione controllata di residui vegetali di orti, prati.


L’ordinanza si è resa necessaria in quanto la recente legge sulla cosiddetta "terra dei fuochi" aveva reso di fatto impossibile bruciare anche modesti quantitativi di residui vegetali; pratica che in un comune rurale come il nostro da sempre accompagna la normale pulizia di orti, giardini prati, boschi e frutteti.


L’ordinanza emessa ricalca in modo sostanziale quella proposta dall’Ufficio legale della Coldiretti di Cuneo, la quale si è fatta carico, dopo le modifiche normative da più parti sollecitate, di offrire ai sindaci una bozza di provvedimento che, entro ragionevoli margini di sicurezza ambientale, consentisse normali attività di combustione di residui vegetali.


Rileviamo che l’ordinanza del Comune di Frassino consente abbruciamenti di residui vegetali entro il limite di 3 metri cubi di materiale organico, a non meno di 20 metri dagli edifici di terzi e naturalmente quando non siano in vigore misure restrittive per rischi incendi. Naturalmente sono vietate combustioni di ogni altro genere di rifiuto, per i quali vi sono ampie possibilità di smaltimento.


 


                                                                                                                 IL SINDACO


                                                                                                                           (Dino Matteodo)



© 2014 Comune di FRASSINO - Tutti i diritti riservati - I contenuti del sito sono di proprietà del Comune. - CMS Città in Comune by LEONARDO WEB - MANTA (CN)

COMUNE DI FRASSINO
Via S. Rocco, 4 - 12020
Tel. 0175.976926
Fax 0175.976910
Email: Invia una email ...
Posta Elettronica Certificata: Email Certificata P.E.C : Invia una email certificata ...
Codice ISTAT: 004092
Codice catastale: D782
Codice fiscale:
00517740049
Partita IVA:
00517740049
IBAN (per i vostri bonifici bancari):
IT87Z0629546770T20990010210
Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso
Approfondisci Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento